Documento di programma approvato 27/02/2012

Viviamo in un tempo in cui sono venute meno alcune certezze e il nostro Paese sembra non avere più una
prospettiva da indicare in particolare alle nuove generazioni, che, per la prima volta nella nostra storia, si
trovano in una condizione in cui il proprio futuro rischia di essere peggiore della generazione che l’ha
preceduta.
[…]
Come organizzazioni del Terzo Settore pensiamo dunque che per affrontare questa situazione sia
necessario creare le condizioni per un grande patto tra i differenti attori, pubblici e privati, con cui
programmare e progettare le politiche del territorio, per condividere priorità, risorse e responsabilità, e
favorire sinergie e integrazioni. Questo passaggio deve avvenire all’interno di un quadro chiaro di positivo
reciproco riconoscimento in grado di generare un effetto moltiplicatore sul fronte dei possibili risultati da
raggiungere.