ANPAS: Al via la campagna nazionale terremoto – io non rischio per la riduzione del rischio sismico

A Pinerolo, Saluzzo e Alessandria il 13 e 14 ottobre 2012

Sabato 13 e domenica 14 ottobre i volontari Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) saranno impegnati a rispondere a domande sulla riduzione del rischio sismico nelle piazze centrali di Pinerolo (To) e Saluzzo (Cn), mentre i volontari Ana (Associazione Nazionale Alpini) faranno lo stesso ad Alessandria.

I volontari della Croce Verde di Pinerolo, della Croce Verde di Saluzzo e di Soccorso Radio Saluzzo distribuiranno materiali informativi e risponderanno alle domande dei cittadini sulle possibili azioni da intraprendere per ridurre il rischio sismico.

Gli argomenti riguarderanno ad esempio le zone più pericolose dal punto di vista sismico in Italia, che cosa è la magnitudo, quali sono le norme di comportamento da tenere prima durante e dopo il terremoto, cosa si può fare per rendere più sicura la propria casa.
Promossa da Dipartimento della Protezione civile e da Anpas la campagna nazionale “Terremoto – io non rischio”, giunta alla sua seconda edizione, coinvolge a livello nazionale oltre 1.500 volontari di 12 organizzazioni di protezione civile ed è realizzata in collaborazione con l’Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e ReLuis-Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, in raccordo con le Regioni, le Province e i Comuni aderenti.

L’’evento si svolgerà in contemporanea nelle piazze di cento comuni italiani ritenuti particolarmente rilevanti per una efficace informazione alla popolazione su questo tema.
«I volontari della Croce Verde di Pinerolo, della Croce Verde di Saluzzo e di Soccorso Radio Saluzzo – spiega Andrea Bonizzoli, presidente di Anpas Piemonte – dopo un’accurata preparazione saranno in piazza per aiutare i cittadini a meglio comprendere gli eventi sismici e mostrare loro come, con piccoli accorgimenti, possano da soli mitigarne i danni. Invito a partecipare numerosi a queste due importanti giornate di informazione e prevenzione del rischio sismico».

La formazione dei volontari svoltasi nei mesi scorsi a Roma ha riguardato la memoria storica dei terremoti, la pericolosità sismica del territorio e la vulnerabilità del patrimonio edilizio, la riduzione del rischio sismico, il ruolo dello Stato e del cittadino nell’azione di prevenzione e la comunicazione del rischio sismico, oltre approfondimenti sul Servizio Nazionale della Protezione civile, sul ruolo del volontariato nel Servizio Nazionale e sulla normativa relativa al volontariato.

Gli elenchi completi delle altre piazze, divise per Regione, e delle associazioni coinvolte sono disponibili sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it.

SHARE